Incontro ACQUA BENE COMUNE

28 ottobre 2015 - ore 18,00

c/o CFSI - Centro Formazione alla Solidarietà Internazionale

Vicolo San Marco, 1 - 38122 Trento



Programma


Proiezione Film Hamada, 20' - editing Tempora Onlus


Acque primarie, contaminazioni e soluzioni

a cura del Chief Engineer Daniele Ferraro


Interventi sonori a cura di Serhat Akbal


Buffet - Free Entry

ACQUA FORTE DI VITA

Tempora Onlus, Comune di Tenna, Pro Loco di Tenna, Associazione Tennattiva, Sezione Alpini di Tenna, Vigili del fuoco di Tenna, presentano

 

ACQUA FORTE DI VITA

 

Mercoledi 24 giugno ore 21 .00 - Forte di Tenna

 

Evento informativo di particolare interesse legato al progetto di Cooperazione Internazionale Sun Water e più in particolare alle opere realizzate presso le popolazioni Saharawi(Sahara occidentale). Il progetto è stato ideato e realizzato da Tempora Onlus, associazione il cui scopo è quello di realizzare progetti di sviluppo, sia per la costruzione di opere pubbliche, che istruzione e formazione nell’ambito della cooperazione internazionale. Nel 2007 Tempora ha ricevuto, per i progetti realizzati , il riconoscimento di “Portatore d’acqua” dal Forum Mondiale dell’acqua.

Nel corso della serata un delicato e suggestivo concerto con Corrado Bungaro: violino, nickelharpa percussioni- Giordano Angeli: chitarra –sax soprano - Carlo La Manna: basso fretless. Seguirà buffet etnico. Entrata libera.

In caso di maltempo la serata si terrà presso il Teatro di Tenna.


ACQUA FORTE DI VITA, un titolo che racchiude immagini, storie di persone, luoghi di tempi passati e recenti, vissuti di vita quotidiana diversi, dove la povertà si scontrava e si scontra con le tante difficoltà della vita, ai nostri occhi forse banali, come quella dell’approvvigionamento dell’acqua. Non dobbiamo però dimenticare tre concetti fondamentali di stretta attualità: l’acqua è materia prima essenziale per la vita, ma è una risorsa sempre più scarsa, l’acqua è un diritto naturale per l’umanità, l’acqua non è una merce ma una risorsa fondamentale per vivere.

Si è deciso di individuare nel Forte di Tenna la location ideale per questo evento informativo sulle condizione di vita della popolazione Saharawi, non solo per la bellezza e la suggestione del luogo, ma anche per una certa similitudine con l’argomento che farà da cornice alla serata: l’acqua è un diritto di tutti.

Il Forte di Tenna, costruito alla fine dell’ottocento, era organizzato in modo tale da garantire la dotazione di acqua necessaria alle esigenze del forte ed al sostentamento del contingente militare attraverso un sistema di cisterne che raccoglievano le acque piovane. Il paese allora non era provvisto di acquedotto, quest’opera, essenziale per un territorio privo di sorgenti, fu autorizzata dall’allora Impero Austro-Ungarico sollecitato anche dalla presenza sul territorio dell’insediamento militare. L’acquedotto fu terminato nel 1907.

La popolazione Saharawi ci racconta invece un altro frammento di storia, poco conosciuto e tristemente simile a quello di altre popolazioni private dei propri diritti. Il territorio del Sahara Occidentale è sotto occupazione marocchina dal 1975. Metà della popolazione è profuga nel deserto Algerino dell’Hamada, uno dei più inospitali del mondo, costretta a vivere di soli aiuti umanitari. In questo contesto si inserisce il progetto dell’Associazione Tempora Onlus, attraverso la costruzione di due impianti di purificazione dell’acqua, alimentati da energia solare, a beneficio delle Regioni di Tiffariti e Bir Lelou. La testimonianza di Fatima Mahfud Rappresentante della Repubblica Araba Saharawi Democraticaci permetterà di conoscere più da vicino questa popolazione, altrimenti sconosciuta ai più.

EVENTO INFORMATIVO PROGETTO OBIETTIVO SALUTE 

 

 

 

 

 

 

 

 

Musica Saharawi Live

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Autore: Gustavo Lo Presti

 

Molti segnali ormai ci fanno capire che questo mondo, così come viene gestito oggi dai poteri politici ed economici, non ha futuro, se per tale si intende una civile sopravvivenza dell'intera comunità umana.

Il surriscaldamento dell'atmosfera, il sempre incombente pericolo di guerre anche con armi nucleari, la preventivata e prossima carenza di risorse energetiche e alimentari, la recente crisi finanziaria ed economica sorta nei paesi più ricchi per effetto di speculazioni non avvistate in tempo, la montante propensione alla violenza all'interno della società, e altro ancora...

Sono problemi e difficoltà per lo più di dimensione planetaria che le attuali classi dirigenti con la loro povertà culturale, etica e politica non sono in grado di affrontare.

È sempre più evidente la necessità di intraprendere al più presto una rivoluzione culturale, sociale, economica e politica che, trasformando il singolo individuo e la società, renda possibile la nascita e lo sviluppo di un nuovo umanesimo.

Solo persone maturate e migliorate nella loro qualità umana potranno affrontare la gravità e l'enormità di queste sfide mondiali e dei problemi sociali, economici e politici ad esse connesse.

 

Un appello viene rivolto agli Stati Uniti, la nazione più accreditata per l'assunzione di questo straordinario impegno.